Odalengo grande

cap 15020

indirizzo: piazza s. defendente, 1

telefono: +39 0142 949021

indirizzo di posta elettronica: [email protected]

popolazione: 524

altitudine: mt. 390

tipologia: collina

Storia

Odalengo Grande esisteva prima del secolo X. Appartenne ai Marchesi del Monferrato, ai quali fu confermato da Federico Barbarossa nel 1164. Seguì le sorti del Monferrato e fu infeudato a vari signori locali, tra cui i conti Gozzani di Treville. Scarsi sono i resti dell’antico castello.. Dell’antica chiesa di Montalero resta il campanile romanico (torre di San Quirico). Il patrono è San Vittore (si festeggia la domenica successiva all’8 maggio). La comunità parrocchiale è riunita sotto l’unico nome di San Quirico, dall’antica pieve nella valle di cui rimane la torre. Le chiese sono quattro nel capoluogo e nelle frazioni S. Antonio, Cicengo e Vallestura.

Turismo attivo

Il Giro del Monte Favato (Montalero di Cerrina, Odalengo Grande, Montalero di Cerrina), segnavia n. 711, durata circa 3 ore, attrezzatura: scarponcini. Periodo consigliato: autunno, inverno, primavera. Una bella passeggiata intorno alla cima più alta del Monferrato, panorama entusiasmante con vista sul Santuario di Crea e sui vigneti.

Cosa vedere

Torre di San Quirico. Di epoca romanica, il primo piano dal basso è in conci di tufo (pietra da cantoni) di bella fattura, decorato con archetti pensili intrecciati e dentellatura, la restante parte è in muratura di mattoni. Un tempo qui sorgeva la Pieve di S. Quirico. Chiesa di San Vittore. Terminata nel 1786 dal Marchese Gozzani su disegno, forse, del Magnocavalli; ha una bella e candida facciata dalle linee palladiane, caratterizzata dall’ordine gigante delle colonne corinzie e dal timpano con stemma. Chiesa di San Grato. Inizi del ‘700. La facciata dalle forme austere presenta i caratteri tipici delle chiese barocche. Castello-Masseria fortificata. Il complesso è caratterizzato da una pianta a ‘C’ con corte interna; i due bracci minori sono porticati; le finestre e le porte affaccianti sulla corte hanno una semplice cornice e l’aspetto complessivo, sobrio e austero. Da notare la torretta circolare aggettante, posta all’angolo, dalle tipiche forme gotiche.

Cosa gustare

Il prodotto per eccellenza di Odalengo Grande: i vini DOC del Monferrato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.