Fubine

cap 15043

indirizzo: via m. pavaranza, 2

telefono: +39 0131 77 81 21

indirizzo di posta elettronica: [email protected]

sito internet: www.comunedifubine.it

popolazione: 1680

altitudine: mt. 192

tipologia: collina

Storia

Fubine, paese del Basso Monferrato in provincia di Alessandria a 17 Km dal capoluogo, è situato sulle ultime propaggini delle colline monferrine, che si affacciano sulla pianura del Tanaro; la sua popolazione attuale è di circa 1700 abitanti e aveva raggiunto il massimo (quasi 4000 abitanti), all’inizio del Novecento. Di probabile origine tardo-romana è sorto sull’altura (lungo il cui crinale si trova ancor oggi il centro storico del paese), situata di fianco ad una strada romana non lastricata; che passava nel fondovalle e superava le colline presso l’attuale Altavilla (nella frazione Molignano si sono trovali resti romani), per poi scendere nella vallata del Po e raggiungere Vardagate, importante centro abitato romano (oggi scomparso) situato nelle vicinanze dell’odierna Casale.

Turismo attivo

Nell’ultimo trentennio Fubine ha conosciuto una enorme trasformazione. In agricoltura aziende produttive di rilievo hanno rilanciato la sua vocazione vitivinicola, con grande richiamo per la realizzazione di un centro accademico di enologia. Il turismo sportivo di alto livello è attirato dalla presenza di un prestigioso club golfistico. Nella zona industriale sono sorti importanti insediamenti che hanno richiamato a Fubine Aziende di respiro internazionale. Grazie alle Associazioni di promozione delle Attività turistiche e culturali , a questa dinamicità imprenditoriale fa eco una bella vivacità di tutto il tessuto sociale fubinese.

Cosa vedere

La Chiesa Parrocchiale di Fubine è dedicata a Santa Maria Assunta. La sua bella facciata è impreziosita da uno splendido rosone in cotto, soprastante un elegante portale, che è uno dei più pregevoli esempi di architettura quattrocentesca in Piemonte. La Cappella Bricherasio , in stile neogotico, fu edificata nel 1839. Nella cripta ospita il monumento funebre del Conte Emanuele Cacherano di Bricherasio, morto in circostanze misteriose nel 1904, opera di eccezionale livello artistico di Leonardo Bistolfi (corrente Liberty).

Cosa gustare

L’enogastronomia fubinese è particolarmente ricca di sapori, rispecchiando in pieno la tradizione regionale piemontese. Sono le colline del vino, dove non mancano in tavola le prelibatezze: fritto misto alla piemontese, bagna cauda, piatti a base di asparagi come risotto e frittate, bolliti , selvaggina, ravioli alla piemontese, polenta e lepre, formaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.